Diritto al reclamo e modalità di presentazione.
 

Ai sensi dell’art. 27 del Regolamento (UE) n. 181/2011, in caso di violazione dei diritti sanciti dalla predetta normativa, i passeggeri – entro tre mesi dalla data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio regolare – possono presentare un reclamo al vettore secondo le modalità d’appresso indicate.

In prima istanza, i passeggeri dovranno sporgere reclamo alla Bus Center S.R.L. mediante invio di lettera raccomandata a “Servizi Informazioni S.R.L.”, via Libertà 171, 90143 – Palermo, ovvero compilando adeguatamente il format sotto riportato. I reclami presentati con modalità difformi saranno irricevibili e si avranno per non presentati. Entro un mese dalla ricezione del reclamo, la Bus Center S.R.L. comunicherà al passeggero se il suddetto è stato accolto, rigettato o se la pratica è ancora in fase di elaborazione; in ogni caso, il tempo necessario per fornire una risposta definitiva non supera i tre mesi dal ricevimento del reclamo.

Solo in seconda istanza, e solo decorsi 90 giorni dall’invio del primo reclamo alla Bus Center S.R.L., i passeggeri potranno presentare un reclamo all’Autorità di Regolazione dei Trasporti, purché relativa alla violazione dei diritti di cui al Regolamento (UE) n. 181/2011, tramite posta raccomandata all’indirizzo di Via Nizza 230, 10126-Torino, oppure inviando una email ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica:

oppure utilizzando l’apposito accesso telematico (SiTe), disponibile sul sito web dell’Autorità. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.autorita-trasporti.it.

Reclami passeggeri

Diritto alla presentazione di reclami e modalità

Ai sensi dell’art. 27 del Regolamento (UE) n. 181/2011, in caso di violazione dei diritti sanciti dalla predetta normativa, i passeggeri – entro tre mesi dalla data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio regolare – possono presentare un reclamo al vettore secondo le modalità d’appresso indicate.

In prima istanza, i passeggeri dovranno sporgere reclamo direttamente al vettore mediante invio di lettera raccomandata a “Segesta Autolinee S.P.A.”, via Libertà 171, 90143 – Palermo, ovvero compilando adeguatamente il format sotto riportato. Entro un mese dalla ricezione del reclamo, la Segesta Autolinee S.P.A.comunicherà al passeggero se il suddetto è stato accolto, rigettato o se la pratica è ancora in fase di elaborazione; in ogni caso, il tempo necessario per fornire una risposta definitiva non supera i tre mesi dal ricevimento del reclamo.

I suddetti termini non trovano applicazione, allorché il reclamo non riguardi violazioni dei diritti dei passeggeri, sanciti dal Regolamento (UE) n. 181/2011.

Solo in seconda istanza, e solo decorsi 90 giorni dall’invio del primo reclamo alla Segesta Autolinee S.P.A., i passeggeri potranno presentare un reclamo all’Autorità di Regolazione dei Trasporti, purché relativa alla violazione dei diritti di cui al Regolamento (UE) n. 181/2011, tramite posta raccomandata all’indirizzo di Via Nizza 230, 10126-Torino, oppure inviando una email ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica:

oppure utilizzando l’apposito accesso telematico (SiTe), disponibile sul sito web dell’Autorità. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.autorita-trasporti.it.

Reclami passeggeri

Diritto alla presentazione di reclami e modalità

Ai sensi dell’art. 27 del Regolamento (UE) n. 181/2011, in caso di violazione dei diritti sanciti dalla predetta normativa, i passeggeri – entro tre mesi dalla data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio regolare – possono presentare un reclamo al vettore secondo le modalità d’appresso indicate.

In prima istanza, i passeggeri dovranno sporgere reclamo direttamente al vettore mediante invio di lettera raccomandata a “Sicilbus S.P.A.”, via Libertà 171, 90143 – Palermo, ovvero compilando adeguatamente il format sotto riportato. Entro un mese dalla ricezione del reclamo, la Sicilbus S.P.A.comunicherà al passeggero se il suddetto è stato accolto, rigettato o se la pratica è ancora in fase di elaborazione; in ogni caso, il tempo necessario per fornire una risposta definitiva non supera i tre mesi dal ricevimento del reclamo.

I suddetti termini non trovano applicazione, allorché il reclamo non riguardi violazioni dei diritti dei passeggeri, sanciti dal Regolamento (UE) n. 181/2011.

Solo in seconda istanza, e solo decorsi 90 giorni dall’invio del primo reclamo alla Sicilbus S.P.A., i passeggeri potranno presentare un reclamo all’Autorità di Regolazione dei Trasporti, purché relativa alla violazione dei diritti di cui al Regolamento (UE) n. 181/2011, tramite posta raccomandata all’indirizzo di Via Nizza 230, 10126-Torino, oppure inviando una email ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica:

oppure utilizzando l’apposito accesso telematico (SiTe), disponibile sul sito web dell’Autorità. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.autorita-trasporti.it.

Diritto al reclamo e modalità di presentazione.
 

Ai sensi dell’art. 27 del Regolamento (UE) n. 181/2011, in caso di violazione dei diritti sanciti dalla predetta normativa, i passeggeri – entro tre mesi dalla data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio regolare – possono presentare un reclamo al vettore secondo le modalità d’appresso indicate.

In prima istanza, i passeggeri dovranno sporgere reclamo alla interbus In S.P.A.. mediante invio di lettera raccomandata a “Onbus S.R.L.”, via Libertà 171, 90143 – Palermo, ovvero compilando adeguatamente il format sotto riportato. I reclami presentati con modalità difformi saranno irricevibili e si avranno per non presentati. Entro un mese dalla ricezione del reclamo, la Interbus In S.P.A.. comunicherà al passeggero se il suddetto è stato accolto, rigettato o se la pratica è ancora in fase di elaborazione; in ogni caso, il tempo necessario per fornire una risposta definitiva non supera i tre mesi dal ricevimento del reclamo.

La Interbus In S.P.A., in conformità agli artt. 26 e 27 del Regolamento (UE) n. 181/2011, è competente a valutare ed evadere esclusivamente i reclami relativi ai propri autoservizi. Per i servizi esercitati dalla “Sabato Viaggi di Sabato Michele”, il reclamo dovrà essere presentato mediante compilazione del format contenuto nell’apposita sezione del sito www.autolineescoppio.it.

Solo in seconda istanza, e solo decorsi 90 giorni dall’invio del primo reclamo alla Interbus In S.P.A., i passeggeri potranno presentare un reclamo all’Autorità di Regolazione dei Trasporti, purché relativa alla violazione dei diritti di cui al Regolamento (UE) n. 181/2011, tramite posta raccomandata all’indirizzo di Via Nizza 230, 10126-Torino, oppure inviando una email ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica:

oppure utilizzando l’apposito accesso telematico (SiTe), disponibile sul sito web dell’Autorità. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.autorita-trasporti.it.